Sostenibilità

Conceria Superior S.p.A., nell’ottica del miglioramento continuo e nella ricerca delle Best Practices, ha sempre avuto un occhio di riguardo agli aspetti ambientali ed ha attivato nel 2017 un Progetto Ecosostenibilità a medio/lungo termine che sostiene con risorse, formazione e metodologie adeguate e con il coinvolgimento diretto di tutte le proprie maestranze.
Il rispetto delle regole comunitarie e delle esigenze del Cliente, le certificazioni Qualità, Ambientale ed Etica sono “solo” gli aspetti base sulla quale poggia il Progetto che poi si sviluppa su tutta la filiera produttiva di ogni singolo articolo: dalla valutazione dei fornitori di materia prima a gestione del fine vita degli articoli prodotti.

La visione di partenza del Progetto è basata sui diversi concetti di sostenibilità come schematizzato di seguito:

Questi sono gli impegni che al momento ci siamo presi per lasciare alle generazioni future un ambiente più sopportabile, praticabile ed equo.

Superior S.p.a

Sostenibilità Economica
  • L’azienda è passata dai 40 dipendenti del 2008 ai 120 di ora generando lavoro e reddito attraverso la sua oculata gestione economica, di marketing e di attenzione al Cliente.
  • Monitora la conformità dei prodotti fornitigli (pellami e prodotti chimici) affinché siano conformi agli standard comunitari (regolamenti REACh e biocidi) ed alle esigenze dei Clienti.
Sostenibilità Sociale
  • Numerose e continue sono le presenze della Conceria Superior SpA all’interno del distretto conciario di Santa Croce rivolte sia ai propri dipendenti che alla collettività.
  • Partecipazione attiva nello sviluppo del territorio (bonifica dei giardini sull’Arno) e nella diffusione di arte e cultura (mostra di Loris Cecchini «Sistemi di visione» in collaborazione con Galleria Continua e col Comune di Santa Croce sull’Arno.
Sostenibilità Ambientale
  • Fornitura di Energia Elettrica al 100% rinnovabile.
  • Analisi puntuale dei consumi tramite il sito web del gestore per ottimizzare i cicli produttivi.
  • Installazione di un impianto di monitoraggio in linea suddiviso per reparti per individuare eventuali consumi anomali di energia  (verrà completato nei primi mesi del 2018).
  • Passaggio al 90% dell’illuminazione a LED (verrà completato nel 2018).
  • Impianto di gestione dell’acqua calda con:
    – Completo riciclo del vapore.
    – Vasca di mantenimento a temperatura e utilizzo di due caldaie, il tutto finalizzato ad evitare picchi di consumo di gas.
  • Impianto di stoccaggio dell’acqua prelevata e dell’acqua demineralizzata per evitare picchi di consumo di acqua.
  • Installazione di un impianto di monitoraggio in linea suddiviso per linee di distribuzione per individuare eventuali consumi anomali di acqua (verrà completato nei primi mesi del 2018).
  • Gestione delle emissioni:
    – Rispetto dei limiti di legge con una soglia al 90% del valore massimo.
  • – Progettazione di ricette a basso impatto ambientale.
  • Gestione degli scarichi:
    – Rispetto dei limiti di legge con una soglia al 90% del valore massimo.
    – Progettazione di ricette a basso impatto ambientale.
  • Gestione del rumore:
    – Effettuati sostanziosi investimenti negli impianti di protezione dal rumore delle realtà esterne circostanti con risultati più che soddisfacenti.
  • Gestione dei rifiuti:
    – Differenziazione spinta nei reparti con limitatissimi tempi di permanenza dei rifiuti all’interno degli stabilimenti.
  • Gestione automatica degli impianti di riconcia informatizzando completamente il funzionamento delle botti sulla base delle ricette di produzione (verrà completato nei primi mesi del 2018).
  • Studio di fattibilità, in collaborazione con la Normale di Pisa, per la riduzione dei tempi di assorbimento dei prodotti chimici e la riduzione delle temperature di processo durante i bagni di riconcia (verrà completato nei primi mesi del 2018).
  • Studio di fattibilità, in collaborazione con la Normale di Pisa, per la riduzione dell’utilizzo di tecnologie finalizzate al raggiungimento di alcune caratteristiche fisiche sulle pelli con riduzione di prodotti chimici in fase di rifinizione.
  • Analisi approfondita del FootPrint e dell’LCA di tutto il ciclo produttivo in collaborazione con società esterne specializzate nel settore – verrà completata verso la metà del 2018.